Parte 2. Il Re di Roma

La notte scende velocemente

La mia ombra invade l’aria.

Arrivo, con uno scopo.

Così tanto spazio.

E se io fossi

Il Re di Roma

Non potrei essere più solo.

Uno spazio così esteso.

Sognavo e speravo.

Un giorno…

ti degnerai di telefonarmi.

Vieni qui, piccolo angelo.

Oh piccolo mostro, vieni qui. Oggi.

Bramo

il tuo inscrutabile pallido viso.

Sono freddo

del tuo calore.

Advertisements

Parte 1. Vecchi giorni.

dunque?
buongiorno!
pardon
buonanotte
questione di priorità
no, questione di fare
no, se tu avessi reputato di pimaria importanza affrontare la tua questione avresti investito in questo aspetto della tua vita
mah…sono un po’ giu’
problemi vari

e scoprirai che non hai bisogno di amori di plastica

Sogni. Ricorrenti. Lo stesso. Ancora, ancora, ancora, ancora.

Cinque ore di sonno, poi sveglio, forzato, agitato.

Calmo.

E’ solo un sogno.

Già è solo un sogno.

Qualcuno… qualcosa… dove?

Complicare inutilmente ogni situazione.

E ti vengo a cercare perchè sto bene con te.

In fin dei conti si tradisce solo ciò che si ama.

Günter Grass, Il rombo, 1979

Ti ho fatto del male. Nessuno se lo meriterebbe.
E non so come si fa a rimediare.
E’ stata solo colpa mia, delle mie insicurezze. Quelle che ancora adesso mi portano a non saperti dire ciao.
Scusa per le bugie. Non ti ho mai saputo dire la verità in faccia. Sono mie debolezze, ancora.
Come mi disse una persona qualche tempo fa.
Le mie paure mi dominano e poi si realizzano.
Scusa l’altra sera. Ogni volta che ti vedo vorrei dirti mille cose, ma ogni volta che vedo i tuoi occhi sono paralizzato, il cuore mi batte a mille e fuggo.
Ti meritavi solo amore e non ho saputo dartelo.
Ti ho amato. Ancora ti amo. Ma ti stò facendo solo del male.
Rileggo quello che scrivevo mesi fa, ad Aprile. Le stesse cose. Sintomo che nulla è cambiato. Sono il solito idiota.
Non ti meriti uno come me e migliorare è molto più impegnativo di quanto pensassi.

Ti chiederò scusa finchè avrò fiato in corpo.

ou tu veux

😀 non è vero!

Perchè capita!

che ti sei fumato stamattina? ;-D

ovvero indifferenziatamente… 😛

Limbo…

a quanto riesci a metterla, da terra, l’asticella?

l’alcool aiuta? 😦

a far cazzate…SI! a far cazzate…SI! a far cazzate…SI! a far cazzate…SI! a far cazzate…SI! a far cazzate…SI! a far cazzate…SI! a far cazzate…SI! a far cazzate…SI! a far cazzate…SI! a far cazzate…SI! a far cazzate…SI!

ma perchè non lo lasci in pace?! ma perchè non lo lasci in pace?! ma perchè non lo lasci in pace?! ma perchè non lo lasci in pace?! ma perchè non lo lasci in pace?! ma perchè non lo lasci in pace?! ma perchè non lo lasci in pace?! ma perchè non lo lasci in pace?! ma perchè non lo lasci in pace?! ma perchè non lo lasci in pace?! ma perchè non lo lasci in pace?! ma perchè non lo lasci in pace?! ma perchè non lo lasci in pace?! ma perchè non lo lasci in pace?! ma perchè non lo lasci in pace?! ma perchè non lo lasci in pace?! ma perchè non lo lasci in pace?! ma perchè non lo lasci in pace?! ma perchè non lo lasci in pace?!

se lui volesse stare con te saprebbe dove dovrebbe andare…cosa dovrebbe fare…

se lui volesse stare con te saprebbe dove dovrebbe andare…cosa dovrebbe fare…

se lui volesse stare con te saprebbe dove dovrebbe andare…cosa dovrebbe fare…

una bolla immensa pronta a scoppiare con tantissime cose da dire… Non riesco a fare nulla, cazzo!

ma tu preferisci spenderle in arrovellamenti inutili sul controllo della sua vita…

l’unica cosa su cui puoi avere controllo, …forse…., è invece solo la tua vita.

Io ho sempre paura che alla gente non vada più dopo un pò… 😦

le tue paure dominano la tua vita…e poi drammaticamente si realizzano.
le tue paure dominano la tua vita…e poi drammaticamente si realizzano.
le tue paure dominano la tua vita…e poi drammaticamente si realizzano.

E’ ora di affrontare di petto la realtà.

per accettare la vita così come è e vivere meglio tollerando anche gli altri e per non sostituirsi a “Lui” con dei pseudo deliri di onnipotenza (che non abbiamo, tra l’altro…)

NON

Non riesco a parlarti. Non davanti a tutti.

Non riesco a parlarti. Il cuore batte troppo forte.

Non riesco a parlarti. Sono solo un vigliacco.

Non riesco a parlarti. Il tuo sguardo mi paralizza.

Non riesco a parlarti, perchè ancora mi sento colpevole.

Non riesco a parlarti. Ti sorrido da vera merda. E poi vado via in mezzo alla gente.

Non riesco a parlarti. Scuse. Scuse. Scuse. Scuse. Scuse.

Ferocia

senza obblighi…

non hai alcun impegno

nè con lui…nè tantomeno on te stesso…

Non provo nulla.
Non ho voglia di divertirmi…
E sono ancora irrimediabilmente perso…

io gli sono sempre stato addosso per cercare di recuperarlo…

Non voglio medaglie

AMPLIFICAVA OGNI SINGOLA PARANOIA.

TUTTO

PER

COLPA

MIA

Quello che non aveva senso.
Distruggere l’amicizia con lui. Era geloso…

TREGUA

Mi domando dove sia… Cosa stà facendo… Mah…

Se ho fatto davvero così TANTI DANNI…
Se gli ho permesso di capirci così poco… O se lui ci ha capito così poco…
Io mi sono preso sempre tutte le colpe… ma lui? Mai una…
Io puntavo il dito contro di me, lui lo puntava contro di me…
Forse era per quello che mi sentivo solo…

p i ù   d i   q u a l s i a s i   a l t r a   r i f l e s s i o n e . . .  c o n   l u i   t i   s e i   sentito

solo…

un legame

profonde ed esplicitate…

 puntare il dito

contro

di lui

devi essere in primis tu

scevro da onte…

FEROCIA

Tutta questa ferocia colpirà indiscriminatamente…ed una delle sue vittime sarai tu stesso se non farai attenzione…

non è fermandosi a pensare che ci si dedica del tempo…

si può anche “sentire” dentro di sè…

pensare, spesso, crea dei rettili mentali…

La riscoperta dell’amor proprio

la presa

di coscienza

di quanto tu stesso sia

il primo carnefice di te stesso

e di quanto sia tu l’artefice primo delle tue rovine.